ENRICH - European Networking Resources and Information concerning Cultural Heritage

(Dicembre 2007 – Novembre 2009)

Il progetto ENRICH, finanziato all’interno del Programma eContentPlus della Comunità Europea ed iniziato con il kick-off meeting tenutosi a Praga il 3 dicembre 2007, è un progetto che ha come obiettivo primario quello di fornire un accesso diretto ai beni documentari antichi disponibili in formato digitale posseduti da diverse istituzioni culturali europee, al fine di creare un ambiente di ricerca virtuale condiviso relativo in particolare allo studio di manoscritti, ma anche di incunabuli,  libri antichi e rari ed altri documenti di importanza storica. Il progetto si basa sull’ipotesi di estensione e arricchimento della Biblioteca Digitale Manuscritporium (http://www.manuscriptorium.eu), che è già riuscita a riunificare i dati di 46 collezioni appartenenti alla Repubblica Ceca e ad altri paesi.

E’ stimato che il progetto, attraverso le istituzioni ad esso afferenti, raccolga quasi l’85% dei manoscritti attualmente digitalizzati nelle Biblioteche Nazionali europee. Queste collezioni saranno ulteriormente incrementate da una notevole quantità di dati provenienti dalle Biblioteche Universitarie e da altre tipologie di istituzioni. Si prevede che il consorzio renderà disponibili più di cinque milioni di pagine digitalizzate.

Munuscriptorium è il risultato di 15 anni di lavoro e di sviluppo portati avanti congiuntamente da due importanti istituzioni ceche: AIP Beroun LTD e la Biblioteca Nazionale della Repubblica Ceca. Munuscriptorium, che usufruisce di un sostegno statale per la digitalizzazione, costituisce la più ricca risorsa di manoscritti disponibili in formato digitale in Europa. Tramite il suo archivio mette a disposizione più di un milione di pagine digitalizzate, offrendo ai suoi utenti, il 50% dei quali provenienti dall’estero, un’interfaccia sia in lingua ceca che in lingua inglese. Munuscriptorium, che è utilizzato anche come supporto all’insegnamento e all’apprendimento in molte scuole secondarie, fu creato all’interno del programma “Memory of the World” dell’UNESCO: la Biblioteca Nazionale della Repubblica Ceca ha ricevuto dall’UNESCO il premio mondiale Jikji nel 2005. La conoscenza e l’esperienza sulle problematiche relative alla digitalizzazione, acquisite nella costruzione e nella gestione di Manuscriptorium, sono state trasmesse e condivise con molti paesi del mondo.

Dal punto di vista della struttura interna, Munuscriptorium è basato su uno schema xml, la cui parte principale è costituita dal formato europeo MASTER (Manuscript Access through Standards for Electronic Records) per la descrizione elettronica di manoscritti basata sul TEI (Text Encoding Iniziative). Il corpo principale dei dati è reso disponibile tramite i dispositivi di archiviazione digitale messi a punto da AiP Beroun Ltd della Repubblica Ceca. Il progetto ENRICH integrerà anche ulteriori dati provenienti da biblioteche digitali remote. I metadati per il database centralizzato saranno preferibilmente raccolti per mezzo del protocollo OAI e conterranno i links alle immagini depositate in banche dati remote. Le necessarie operazioni di trasformazione e integrazioine dei dati saranno create e messe a punto per ciascun partner. Saranno anche sviluppati tools on-line specializzati per rendere la struttura di Manoscriptorium compatibile con quei partners che possiedono dati digitali da rendere disponibili, ma che non hanno adeguati trattamenti dei relativi metadati.

Interlocutori privilegiati di ENRICH sono biblioteche, musei e archivi, ricercatori, studenti e utenti generici. Il progetto permetterà loro di ricercare e accedere a documenti altrimenti difficilmente raggiungibili. Oltre alle immagini,  sarà offerto l'accesso ai testi storici strutturati TEI in formato full-text, alle risorse di ricerca, ad altre tipologie di dati (files audio e video) e alle immagini di mappe storiche in grande formato.
A partire da qualsiasi elemento di cui sono composti i documenti a cui si è avuto accesso, gli utenti potranno utilizzare tools in grado di assisterli nella creazione dei propri documenti e di personali raccolte digitali all'interno di Manuscritporium. Saranno inoltre forniti tools per l’utilizzazione in più lingue di Manuscriptorium, così come ontologie multilingue che rendano possibile la ricerca nelle varie lingue locali e il recupero di dati nelle lingue di origine.
ENRICH ha dato luogo alla creazione di un consorzio, costituito da 18 partners e supportato da numerose altre istituzioni, che coopererà strettamente con TEL (The European Library) e diventerà parte integrante della European Digital Library, non appena questa sarà attiva.
Il progetto è coordinato dalla Biblioteca Nazionale della Repubblica Ceca (NKP) in collorazione con altri due partner cechi: AiP Beroun LTD e Crossczech Prague Inc. NKP e AiP Beroun LTD sono anche  workpackage leader, così come la Oxford Univesity Computing Service, il Centro per la Comunicazione e l’Integrazione dei Media (MICC) dell’Università degli Studi di Firenze, l'Institute of mathematics and informatics di Vilnius, il gruppo SYSTRAN di Parigi e la Biblioteca Nazionale di Madrid.  Altri importanti partners del progetto, sia dal punto di vista tecnico che dei contenuti, sono: Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, Københavns Universitet-Nordisk Foskningsinstitut, University Library Vilnius, University Library Wrocław, Stofnun Árna Magnússonar í íslenskum fræðum in Reykjavík,  Computer Science for the Humanities – Cologne University,  St. Pölten Diocese Archive (Monasterium project, Austria), National and University Library of Iceland, Budapest University of Technology and Economics,  Poznań Supercomputing and Networking Centre.
L’interesse a stabilire rapporti di cooperazione con ENRICH è stato espresso, tra gli altri, anche dalle Biblioteche Nazionali di  Ungheria, Kazakhstan, Moldova, Polonia, Romania, Serbia, Svezia e Turchia, così come dalle Biblioteche Universitarie di  Bratislava, Bucarest e Heidelberg. L’elenco dei partners associati crescerà durante lo sviluppo del progetto.